Il dollaro australiano scivola mentre il serbatoio dei profitti industriali della Cina si rialza

Se la Cina aumenta le sue tariffe, ancora una volta, ci incontreremo che l’azione perseguendo tariffe aggiuntive su un altro 200 miliardi di $ di merci. E ‘urtato le tariffe di ben il 25 per cento degli Stati Uniti su 128 prodotti, dalla carne di maiale congelato e vino per frutta e noci, in risposta ai dazi statunitensi sulle importazioni di alluminio e acciaio. E ‘urtato le tariffe di ben il 25 per cento degli Stati Uniti su 128 prodotti, dalla carne di maiale congelato e vino per frutta e noci, in risposta ai dazi statunitensi sulle importazioni di alluminio e acciaio. Si sta valutando l’impatto potenziale di un deprezzamento graduale yuan come strumento nella disputa commerciale crescente con gli Stati Uniti, Bloomberg News ha riferito il Lunedi, citando persone vicine alla vicenda. Essa sostiene il multilateralismo, la globalizzazione, il libero scambio e linee guida internazionali basati su regole, e non farà del tasso di cambio yuan uno strumento per far fronte a conflitti commerciali. Una grande parte di esso è la Cina, che non solo precederà una dissolvenza reflazione globale da marzo in poi, ma anche portare un rallentamento della domanda globale. La Cina ha apparentemente alcuna intenzione di cambiare le sue pratiche sleali relativi all’acquisizione della proprietà intellettuale e la tecnologia americana.

Quello che stai vedendo nel mercato è un cambiamento nella leadership, ” ha detto. Quello che stai vedendo nel mercato è un cambio di leadership, ha detto. Il mercato si aspettava la Banca centrale europea (BCE) di alzare i tassi di interesse ufficiali nella sessione in mare aperto di questa sera, il signor Sinton detto. Più tardi nella sessione, i mercati riceveranno anche manifatturiere indagini PMI provenienti da Europa, Regno Unito e Stati Uniti, i dati sulla disoccupazione dalla zona euro, insieme con la spesa della costruzione degli Stati Uniti. I mercati globali ha preso un colpo la scorsa settimana come Stati Uniti Presidente Donald Trump ha alzato la posta in una disputa commerciale con la Cina, facendo rivivere i nervosismi degli investitori circa l’impatto di una guerra tariffaria potrebbe avere sull’economia mondiale.

E ‘difficile per le banche centrali di abbassare le loro valute tagliando i tassi in un contesto di bassi rendimenti a livello globale e di un USD più deboli, ” nota ANZ Research in un recente brevemente ai clienti. La valuta locale è sceso di quasi due centesimi sopra il maggior numero di giorni con l’ultima selldown venire come la Banca Mondiale ha pubblicato un rapporto il Mercoledì, che prevede la crescita della Cina a moderare come si muove lontano da espansione investimento-driven. Le altre valute delle materie prime sarebbe anche successo, ma non così tanto.

Il dollaro americano ha tenuto vicino un basso di 10 mesi che ha colpito il Venerdì dopo il rilascio di triste inflazione degli Stati Uniti ed i dati sulle vendite al dettaglio che hanno sollevato le scommesse la banca centrale degli Stati Uniti sarà in meno fretta di alzare i tassi di interesse. Essa ha anche trovato un’offerta, in parte a causa del suo status di rifugio sicuro, ma anche in quanto tende a muoversi verso l’alto con uno sfondo protezionismo. Il dollaro americano scambiato misti, superando nei confronti dello yen e la sterlina inglese.

About the author