Le azioni in Cina calano mentre si avvicina la firma dell’affare commerciale degli Stati Uniti

Mentre gli Stati Uniti sono stati spesso visti come un Paese cauto nella loro politica commerciale, la crescita economica della Cina ha sollevato una serie di domande sugli effetti della politica degli Stati Uniti sulle azioni cinesi. Dopo la recente nuova politica statunitense sulle crescenti potenze economiche e militari della Cina, molti investitori chiedono ora se le azioni cinesi in calo possano segnalare un’uscita dal dollaro USA. In effetti, questa è una domanda particolarmente intrigante quando gli Stati Uniti attualmente non hanno una posizione forte nel mercato dei cambi della Cina.

Dopo il recente accordo commerciale degli Stati Uniti con la Cina, alcuni credono che l’economia potrebbe allontanarsi dal dollaro e che i mercati potrebbero riflettere questo. La Cina è diventata sempre più dipendente dal dollaro USA per i suoi scambi. In effetti, questa tendenza probabilmente continuerà, portando molti a credere che gli Stati Uniti potrebbero essere costretti ad abbandonare la sua influenza economica e commerciale sulla Cina.

L’ultima volta che la Cina è stata seriamente coinvolta nella valuta degli Stati Uniti è stata negli anni ’70, durante il periodo del “Miracolo cinese”. Di conseguenza, il tasso di cambio tra il dollaro USA e lo Yuan o il renminbi è diminuito in modo significativo negli ultimi due anni, lasciando lo Yuan scambiare con uno sconto rispetto al dollaro USA.

Ciò ha portato ad alcune serie domande sulle future relazioni commerciali della Cina e degli Stati Uniti e su come la Cina potrebbe cambiare le relazioni commerciali se gli Stati Uniti prendessero una posizione diversa sull’economia cinese. In effetti, molti credono che la Cina probabilmente ricadrà sul dollaro per proteggere il valore della sua valuta dalla svalutazione della valuta.

Per quanto riguarda i mercati, le azioni della Cina rispetto al dollaro rimangono oltre il 50 percento. Inoltre, alcuni ritengono che gli investitori potrebbero avere un trend rialzista nelle azioni cinesi. Questo perché la maggior parte delle persone è consapevole che si tratta di un mercato emergente e se la sua economia sta crescendo a un ritmo ragionevole, sembrerebbe essere un buon modo per investire.

Così com’è, la Cina è stata una delle economie in più rapida crescita al mondo. Ciò dovrebbe consentire agli investitori di raccogliere facilmente titoli decenti in Cina. Mentre molte persone si chiedono se l’economia cinese possa continuare a crescere a un ritmo coerente con l’economia americana, queste paure sembrano essere infondate.

Molti che hanno visto la Cina negli ultimi anni hanno notato che il paese è stato spesso criticato per livelli così elevati di inquinamento e problemi ambientali. È stato suggerito che l’uso dello yuan da parte del governo cinese porterà all’aumento dei prezzi dei beni venduti in Cina.

Al momento, c’è poco da fare per una persona negli Stati Uniti al fine di acquisire azioni in Cina. Il governo cinese è anche piuttosto restrittivo quando si tratta di investimenti esteri.

Eppure, sembra che gli Stati Uniti continueranno ad avere una presenza molto significativa in Cina. In effetti, gli Stati Uniti saranno il principale partner commerciale per la Cina nel prossimo decennio.

In effetti, ciò significa che gli Stati Uniti dovrebbero continuare a essere coinvolti nelle relazioni commerciali della Cina, rendendola una relazione piuttosto difficile da analizzare per gli investitori. Chiaramente, questa sarà una relazione economica difficile da separare dalla relazione economica con gli altri partner commerciali della Cina.

In ogni caso, questo non è sorprendente. Dopotutto, gli Stati Uniti saranno il principale partner commerciale per la Cina nel prossimo decennio.

About the author